Let’s Science Project

Let’s Science! è il programma che raccoglie le iniziative promosse dalla Fondazione IBSA in questi ultimi anni a favore della corretta informazione scientifica, un filone a cui la Fondazione tiene molto e che continua a portare avanti, visto il suo forte impegno per una divulgazione scientifica rivolta ad un pubblico ampio.

Il percorso è iniziato nel 2014, con il workshop “The human brain and social media: how are individuals changing?”, che ha rappresentato una prima riflessione sull’utilizzo dei social media e il loro impatto sulle identità di ciascuno.

Nel 2015 ha avuto luogo il workshop “E-health: progress or danger?, dedicato all’analisi del crescente utilizzo del web per trovare informazioni riguardanti la salute.

Nel 2016 si sono svolti due incontri con le associazioni dei pazienti organizzati per approfondire insieme il futuro della relazione medico-paziente nell’era digitale.

Uno dei primi risultati di questi momenti di incontro è stata la realizzazione del decalogo contro le fake news scientifiche, il primo del genere in Italia al quale sono seguite iniziative simili da parte dei big players del web. Il decalogo è stato presentato nel 2017, durante il workshop “E- Health: Between hoaxes and the truth”.

Nel 2016 la Fondazione IBSA si è impegnata anche nell’educazione scientifica rivolta ai più giovani, attraverso due iniziative: il concorso Bufale in rete: come riconoscerle e la collana di libri I Ragazzi di Pasteur. 

Il concorso Bufale in rete (2016/17) ha coinvolto gli studenti delle scuole italiane secondarie di primo e secondo grado. Grazie a questa iniziativa i ragazzi hanno rappresentato e smascherato alcune bufale scientifiche traducendole in fumetti, un linguaggio creativo particolarmente amato dai più giovani. I migliori lavori sono stati premiati da una commissione esaminatrice composta da IBSA Foundation, Istituto Pasteur Italia, Scuola Romana dei Fumetti e Carocci editore, partners dell’iniziativa. Per la prima edizione, la commissione ha ricevuto circa 150 lavori.

Particolarmente apprezzato dalle istituzioni, il concorso è stato patrocinato dal MIUR e la Presidenza della Camera dei Deputati del Parlamento italiano ha voluto ospitare la cerimonia di premiazione durante il convegno #Bastabufale. La seconda edizione del concorso, dal titolo Professione: cacciatore di bufale (in rete)(2017/18) si è appena conclusa e una giuria esaminatrice ha proclamato i vincitori dopo aver esaminato circa 130 fumetti ricevuti..

L’altra iniziativa, la collana di libri I Ragazzi di Pasteurè nata grazie alla proficua collaborazione della Fondazione IBSA con l’Istituto Pasteur Italia, da tempo impegnato in attività di divulgazione scientifica nelle scuole secondarie di 1° e 2° grado. Ogni volume della collana, edita da Carocci editore, affronta un tema scientifico con linguaggio semplice e creativo: la parte testuale, curata da un ricercatore scientifico, è accompagnata e integrata da un fumetto. Un’importante novità rappresentata da questo progetto riguarda le sceneggiature, che sono state interamente scritte dagli studenti e successivamente tradotte in disegno e fumetto dalla Scuola romana dei fumetti. Un modo per veicolare tematiche importanti e complesse attraverso un linguaggio semplice e immediato, adatto ai ragazzi, ma non solo.

Let’s Science! ha dato il nome anche alla mostra che la Fondazione IBSA ha organizzato a Milano, presso la Galleria San Fedele, nel gennaio 2018. L’esposizione è stata la cornice ideale all’interno della quale si sono svolti workshop e laboratori creativi, volti a promuovere la corretta informazione scientifica come antidoto alle fake news. L’esperienza maturata con i progetti promossi fino ad oggi dalla Fondazione IBSA, ha rivelato che la creatività è una risorsa utile per sostenere l’alfabetizzazione digitale delle nuove generazioni, aiutarle a comprendere meglio i concetti scientifici ed evitare di cadere vittima di pericolose fake news, dannose persino per la propria salute, se seguite e prese come vere.

Gli incontri hanno visto protagonisti noti ricercatori, quali Pier Paolo di Fiore, Professore di Patologia generale presso l’Università Statale di Milano e Alberto Mantovani, Professore presso la Humanitas University e Direttore Scientifico di Humanitas IRCCS, i ricercatori dell’Istituto Pasteur, tra cui i Professori dell’Università Sapienza di Roma, Angela Santoni, Antonio Musaro’, Andrea Grignolio, Alessandro Fatica e Cristina Limatola, ed esperti del mondo del fumetto, come l’artista Silver (nome d’arte di Guido Silvestri, papà di Lupo Alberto) e il giornalista e sceneggiatore Luca Raffaelli. Insieme a loro, hanno animato i momenti di dibattito la giornalista scientifica Silvia Bencivelli, la giovane promessa del giornalismo scientifico Gianluca Dotti, Rita Tancredi, Direttore di Carocci editore e Stefano Santarelli, fondatore della Scuola Romana dei Fumetti, mentre alcuni rappresentanti di ScuolaZoo sono intervenuti nei momenti dedicati ai ragazzi.

L’esperienza di Let’s Science! ha offerto due settimane di stimoli per lo sviluppo delle capacità critiche dei più giovani, indispensabili per avvicinare in modo corretto al mondo della scienza.

 

Scarica i primi 8 volumi della collana

2018

Let's Science! Fumetti, incontri e approfondimenti a Milano

Dal 10 al 21 gennaio, presso la Galleria San Fedele, nel cuore di Milano, è stata allestita la mostra legata ad uno dei progetti più cari alla Fondazione: I Ragazzi di Pasteur. Due settimane di esposizione, incontri e workshop sul fumetto, quale strumento tra i più efficaci per la diffusione della cultura scientifica tra i giovani.

 "Professione cacciatore di Bufale” contest: the winners  have just been announced!

Following the great success of the contest “Bufale in rete: come riconoscerle!” promoted for the school year 2016-17 in collaboration with Istituto Pasteur Italia, a second edition, “Professione: cacciatore di bufale in rete!” was also launched and the winners have just been announced! The second edition of the contest was focused on the importance of allowing kids to become debunkers of fake news.

2017

The prizegiving of the contest "Bufale in rete: come riconoscerle!"

As part of the #BastaBufale (#StopHoaxes) meeting organized by the Chamber of Deputies, the prizegiving of the winning classes of the contest “Bufale in rete: come riconoscerle!” (“Network hoaxes: how to recognize them!”) has was held on 2nd May 2017. The contest, promoted by IBSA Foundation and Istituto Pasteur Italia, is part of the initiative “I ragazzi di Pasteur”.

E- Health: Between hoaxes and the truth: the Two Sides of Online Health

E-Health: between hoaxes and the truth. The first guide created to help people defend themselves against the hidden dangers of the internet. but that’s not all!

2016

"Bufale in rete: come riconoscerle" - the contest to recognize fake news!

I Ragazzi di Pasteur is a novel project designed to help young people learn and recognize true science through a proactive and creative approach.

Health literacy, what is this?

Our Foundation held two meetings on Health Literacy coordinated by Professor Peter Schulz, USI, Lugano, Switzerland, and Professor Michaёla Liuccio, Sapienza University, Rome, Italy.

2015

E-health: progress or danger?

Growth and increasing use of the Internet, social networks and mobile technologies have changed the way Italians get health information about health. To discuss these developments, IBSA Foundation promoted a specific workshop.

2014

The human brain and social media: how are individuals changing?

Our lives are increasingly intertwined with digital technologies, especially social media that are already used by 1 in 4 individuals worldwide